Usiamo il libero arbitrio per controllare la nostra vita

In questo articolo parliamo di un concetto fondamentale per creare la nostra realtà, ma che spesso viene sottovalutato: il Libero Arbitrio. Scopriamo cos’è e come va utilizzato al meglio.

Alzino la mano coloro che pensano di avere il libero arbitrio.

Vedo una selva di mani alzate, ed a ragione. Infatti tutti siamo dotati fin dalla nascita del libero arbitrio, ma il vero problema è un altro: la verità è che non lo esercitiamo.

Non ci credete? Ok, allora rispondete sinceramente a questa domanda: quanti di voi sarebbero capaci di sorridere e ringraziare colui che vi sta facendo un torto?

O meglio: chi di voi può scegliere di sorridere e ringraziare di fronte a un grave torto subìto?

Non vedo mani alzate…

Non a caso ho usato la parola scegliere. Come possiamo pensare di avere libero arbitrio se poi non siamo nella condizione di scegliere come affrontare le situazioni della nostra vita?

La realtà purtroppo è che noi non agiamo, ma re-agiamo alle situazioni che ci si presentano.

Se accade qualcosa di bello, siamo felici, se accade qualcosa di spiacevole siamo tristi o arrabbiati.

E’ come se nel nostro cervello esistessero dei pulsanti con sopra scritto “RABBIA”, “PAURA”, “GIOIA”, “TRISTEZZA”, ecc.

Le persone che incontriamo o gli avvenimenti che ci accadono non fanno altro che “premere” uno di questi pulsanti, e noi in modo automatico percepiamo l’emozione corrispondente, re-agendo poi di conseguenza.

Ora mi chiederete: cosa diavolo c’entra il libero arbitrio con il creare la propria realtà? C’entra, c’entra eccome.

Dobbiamo comprendere che noi non siamo il nostro corpo o la nostra mente.

In reltà siamo molto di più. Siamo esseri spirituali che abitano un corpo fisico dotato di mente. Il nostro corpo è una perfetta macchina biologica. Perfetta e bellissima, ma pur sempre una macchina.

E come tale, se lasciata a se stessa, non può fare altro che “funzionare” in base ad un programma preimpostato, costruito negli anni attraverso le esperienze vissute e l’educazione ricevuta.

Quei meccanismi biologici operano indisturbati perchè ci immedesimiamo in essi, credendo addirittura che sia normale e giusto arrabbiarci per un torto subito. Non siamo consapevoli dell’enorme potere che abbiamo, e quindi re-agiamo al mondo esterno non credendo di poterlo influenzare.

La realtà è che siamo addormentati, anche quando non siamo nel nostro letto. La nostra mente viene di continuo invasa da pensieri compulsivi dei quali non abbiamo alcun controllo, e questo ci rende meno presenti.

Cosa vuol dire meno presenti? Vuol dire che il nostro vero Essere, il Padrone di Casa, è di norma assente, e la mente, in quanto macchina biologica, lavora senza alcun controllo.

Pensateci un attimo: siete in macchina, e pensate: “…dovrei chiamare Marta… l’ultima volta che l’ho sentita è stato per il suo compleanno… a proposito, oggi è il compleanno di Mario, devo passare in libreria a comprargli un libro… chissà se troverò parcheggio vicino alla libreria… devo anche ricordarmi di pagare la multa per divieto di sosta che ho preso la scorsa settimana…” …e via discorrendo.

In assoluta mancanza di controllo, e senza alcun motivo, centinaia di pensieri si affollano nella nostra mente.

Pur possedendolo, non usufruiamo del libero arbitrio che ci è stato donato fin dalla nascita per controllare in modo conscio quali pensieri vogliamo pensare.

Ma ricordate? La mente (e quindi i nostri pensieri) creano la nostra realtà.

La formula è semplice:

Pensieri casuali e incontrollati => Realtà casuale e incontrollata

Quindi, se non abbiamo il controllo dei nostri pensieri, delle nostre emozioni e delle nostre re-azioni, come pensiamo di poter avere il controllo della nostra realtà?

Esercitiamo il Libero Arbitrio e facciamo in modo che il nostro Vero Sè riprenda il controllo della macchina biologica. E godiamoci i risultati…

Nei prossimi post approfondiremo meglio le conseguenze di questo addormentamento cronico di cui siamo tutti inconsapevolmente afflitti.

Paolo Marrone


Se vuoi ricevere i miei post nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter cliccando il pulsante che trovi in basso nella pagina. Grazie.




Guarda la lista dei libri consigliati

Il Potere di Adesso Book Cover Il Potere di Adesso
Eckhart Tolle
Crescita Spirituale
My Life Edizioni
2013
14,5x21
237

Un viaggio stimolante e straordinario alla scoperta del potere di adesso, per scoprire che possiamo trovare la via d'uscita al dolore lasciandoci andare al presente, senza più restare ancorati al passato o proiettati verso le preoccupazioni sul futuro.

Adesso, nel presente, i problemi non esistono perché scopriamo che siamo perfetti e integri.

Per intraprendere il viaggio nel potere di Adesso abbiamo bisogno di lasciare da parte la nostra mente ed il falso sé che questa ha creato: l'ego.

Sebbene il viaggio sia pieno di sfide ... (Continua)

Informazioni su Paolo Marrone

Da anni si occupa dello studio delle vere leggi dell’Universo, attraverso la riscoperta dei profondi legami esistenti tra le antiche dottrine orientali e le più recenti scoperte nel campo della fisica quantistica. Ha intrapreso da tempo un percorso di crescita personale attraverso la partecipazione a scuole dei migliori coach a livello mondiale, come la School of Enlightenment di Ramtha, la Mastery University di Anthony Robbins e il Quantum Leap di T. Harv Eker, solo per citare le più importanti, e ama condividere le sue scoperte e le sue riflessioni su questo blog. E’ anche co-autore di “La via della Creazione Consapevole” e autore de "Il monaco che non aveva un passato".
Questa voce è stata pubblicata in Legge di Attrazione e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Usiamo il libero arbitrio per controllare la nostra vita

  1. Emanuela scrive:

    Grazie e complimenti per questo post e per il blog!
    Chiaro, diretto e fonte di riflessione.
    Il libero arbitrio è una grande libertà, una grande responsabilità e l’unica via per avere in mano le redini della nostra vita.
    Un esercizio costante.

    • campoquantico scrive:

      Grazie Emanuela per aver puntualizzato che libertà e responsabilità vanno sempre di pari passo. Essere liberi di creare la propria realtà implica prendersi la totale responsabilità della propria vita. E questo fa paura a molti…

  2. Max Soldini scrive:

    Bravo, l’argomento è molto intrigante.

  3. Marica scrive:

    Ciao, è proprio così come hai scritto. Troppi pensieri in cui si rischia di perdersi, il difficile è proprio quello di restare concentrati su quello che davvero si vuole. Aspetto il seguito.
    A presto

  4. Marina scrive:

    Verissimo! I pensieri incontrollati affollano la mente in continuazione. Io lotto quotidianamente per riprendere il controllo della mente e pensare solo a ciò che voglio. Malgrado questo la “vocina interiore” riappare costantemente…evidentemente ancora ne ho di strada da fare! Ma non mi arrendo.

  5. michele scrive:

    ok, la re-azione non è azione libera, eppure , ad un evento obiettivamente doloroso ( che tocca ad esempio la salute di una persona amata), come posso non entrare nel dolore? non si può parlare di re-azione automatica, il dolore è vero. Questo è difficile da gestire.

    • marisa scrive:

      Se la reazione fosse del tutto automatica, sarebbe la stessa per tutti, come il programma della lavatrice. Ci sono reazioni diverse ad uno stesso evento che credo dipendano dalla condizione vitale della persona che ne fa esperienza. Noi abbiamo un’unica libertà: essere consapevoli del nostro stato vitale, di noi stessi, in ogni momento. La consapevolezza fa sì che possiamo scegliere.

      • Paolo Marrone scrive:

        Concordo con te Marisa, ma ahimè, chi è in uno stato di semi-addormentamento (che è la condizione normale della maggior parte delle persone su questo pianeta) e quindi non è in grado di osservare la propria mente, reagisce proprio come una ‘lavatrice’, nel senso che la reazione avviene in modo automatico, rispondendo ad un programma che viene preimpostato fin dall’infanzia dai genitori, dalla scuola, la religione, ecc.
        Hai ragione sul fatto che la reazione non sia per tutti uguale, ma qualunque essa sia, sempre di reazione automatica si tratta.

  6. Carla scrive:

    Gr <3 zie.

  7. Cosetta vicini scrive:

    Concordo la nostra mente é un susseguirsi di pensieri caotici che ci martellano ..ma tutto questo potrebbe cessare se effettivamente comprenderemmo chi siamo veramente e inizieremo a creare la nostra vita avendo pensieri positivi….io ci sto provando…faccio veramente fatica …ma continuo non smetto e creo una nuova me attimo x attimo…

  8. Teresa scrive:

    Grazie Paolo per questa pillola di saggezza , ho letto il poteredi adesso e mi è piaciuto molto,presto lo rileggero’ per gustarmelo ancora meglio, sarò ben felice di proseguire l’argomento trattato in questo articolo , ciao a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la cifra mancante: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.