La legge di attrazione funziona per tutti

La legge di attrazione funziona per tuttiAnche se può sembrare scontato dire che la legge di attrazione funziona per tutti, forse non tutti lo credono. Chiariamo questo punto in dettaglio.

Il titolo può sembrare strano, perché è scontato che, se esiste davvero, la Legge di Attrazione funziona per tutti, necessariamente. Allora vediamo qual è lo scopo di questo articolo.

In questo post desidero rimarcare alcuni concetti che, anche se più volte enunciati nei miei vari articoli, potrebbero non essere ben chiari, o perlomeno potrebbe non essere ben chiaro cosa intendo io quando uso certi termini. Il titolo è un pò provocatorio, perchè il senso è che, indipendentemente dai termini usati, o dalle credenze di ognuno, la Legge di Attrazione funziona per tutti, che vi piaccia o no.

Iniziamo da un concetto alquanto controverso, che apparentemente può scontrarsi con il credo di molti dei lettori di questo blog. Il concetto di Dio.
Avrete infatti notato che uso molti termini diversi per riferirmi allo stesso concetto. A volte lo chiamo Colui che ci ha creato, altre l’Universo, il Divino, ecc.
Naturalmente cosa è importante qui è il concetto, che poi ognuno può tradurre nel termine più appropriato secondo la propria religione o il proprio credo.
Apparentemente questo non c’entra con il fatto che la Legge di Attrazione funziona per tutti, ma seguitemi e arriverò al punto.

Userò in questo articolo la parola Universo, così da evitare di ripetere ogni volta tutti i possibili sinonimi. Nella mia accezione l’Universo è tutto ciò che esiste, di visibile e invisibile.
E’ l’Uno al quale tutti noi apparteniamo. Per gli agnostici può essere spiegato con la ‘matrice’ che connette tutte le cose, e che permette alla materia di prendere forma.

E’ un concetto alquanto strano da concepire, ma è quello che gli scienziati stanno pian piano scoprendo, ogni qual volta si rendono conto che l’osservatore influisce sull’oggetto osservato. Se l’osservatore influisce sul risultato dell’esperimento, nel senso che la sua mente in qualche modo può determinare cosa succede, allora se ne deduce che tutte le cose sono connesse.
E’ come se tutto l’Universo fosse pervaso da una ‘coscienza’ o intelligenza che riempie tutto lo spazio esistente, e l’energia (sapete che anche la materia è una forma di energia, vero?) semplicemente prende la forma corrispondente al pensiero emesso da quella coscienza. In pratica nulla può esistere se prima non è stato concepito a livello di coscienza.
La nostra coscienza fa parte di questa Coscienza Universale (ops… un altro sinonimo) e questo ci rende ‘creatori’ della nostra realtà.
Questa è la legge fisica che sottostà alla Legge di Attrazione.

Ecco quindi perché la Legge di Attrazione funziona per tutti

Lo dico perché la Legge di Attrazione è una legge dell’Universo, e come tale funziona per tutti, per chi ci crede o non ci crede, sia per chi la conosce, sia per chi ne è all’oscuro. E’ come la legge di gravità. Se vi lanciaste da un ponte cadreste giù comunque, che abbiate studiato o meno la legge di gravità.

La conseguenza di quello che dico è che, indipendentemente dalla religione in cui credete, e quindi indipendentemente da quale nome volete dare all’Universo, la Legge di Attrazione funziona per tutti, credenti o meno. Se qualcuno, leggendo i miei articoli ha pensato che questi si riferissero a concetti religiosi, si sbaglia di grosso.
Il fatto è che la moderna fisica quantistica sta scoprendo (o forse dovrei dire riscoprendo) la stretta connessione tra la fisica e la spiritualità. Dopo secoli di separazione tra scienza e religione stiamo assistendo ad una nuova era nella quale le due cose trovano sempre più punti di interconnessione.

Ho sentito l’esigenza di scrivere questo articolo perchè qualche lettore in più occasioni si è lamentato dei miei continui accenni a concetti ‘olistici’ che secondo il loro punto di vista non hanno nulla a che fare con la Scienza. Rispondo loro che alla luce delle nuove scoperte è impossibile parlare di determinati argomenti senza tirare in ballo concetti metafisici o spirituali.
Ci tengo a ribadire che non mi rifaccio a nessuna religione in particolare, e che le mie considerazioni derivano solo da una attenta lettura di diversi testi, più o meno scientifici, che mi portano a fare delle riflessioni che poi amo condividere con chi ha la pazienza di leggermi.

Chi non è d’accordo con questo punto di vista è libero di non leggermi. Punto.

Desidero però ribadire che oggi, alla luce degli esperimenti di laboratorio, è molto difficile dire qual’è il confine tra ciò che è olistico e ciò che invece è scientifico. Chiunque provi a fissare tale barriera sarà destinato inesorabilmente ad essere smentito prima o poi, e a rivedere la sua linea di confine mano a mano che la scienza ci svelerà altre ‘stranezze’ del mondo che andiamo a misurare nei nostri laboratori.
E’ fuori dubbio che l’osservatore influisce sull’entità osservata, anche a ritroso nel tempo. Questo è un fatto. E allora chi può dire quanto le conseguenze di questo fatto siano ‘olistiche’? Rimanere solo su di un lato della barricata ci farebbe perdere di vista l’intero Disegno, del quale abbiamo per il momento solo una parziale e distorta visione. Ho letto molto sulla fisica quantistica, ma ogni libro strettamente scientifico a mio modesto parere manca il vero obiettivo, che è quello di spiegare come funziona davvero la realtà.

Secondo me oggi la scienza è solo in grado di illustrare gli effetti, ma fallisce del tutto, o forse non prova nemmeno, a spiegare qual è la causa, la vera causa di ciò che osserva. Ma forse il concetto stesso di scienza va rivisto, altrimenti si resterà imprigionati in ragionamenti ‘razionali’ che purtroppo stanno mostrando i loro evidenti limiti nello spiegare la realtà ultima delle cose.

Insomma, La Legge di Attrazione funziona per tutti, e ora che sappiamo che anche le pietre hanno (o derivano da) una qualche forma di coscienza, quando dico tutti intendo dire proprio ogni cosa.
Fatevene una ragione, che siate credenti o meno.

Paolo Marrone


Se vuoi ricevere i miei post nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter cliccando il pulsante che trovi in basso nella pagina. Grazie.




Guarda la lista dei libri consigliati

La Guarigione Spontanea delle Credenze Book Cover La Guarigione Spontanea delle Credenze
Gregg Braden
Nuove Scienze
Macro Edizioni
2008-2012
13,5x20,5
304

Questo libro è dedicato all’accettazione dell’enorme potere che è in ognuno di noi e alla consapevolezza di non essere mai a più di una credenza di distanza dal nostro più grande amore, dalla nostra più profonda guarigione e dai nostri più straordinari risultati e miracoli.

La scienza ha riconosciuto che siamo immersi in un universo plasmabile, dove ogni cosa e fenomeno, dagli atomi alle cellule e alle galassie, cambia per adeguarsi alle nostre credenze. Ne consegue che il nostro unico limite è rappresentato dal modo in cui ognuno di noi concepisce e percepisce se stesso nell’universo di cui è co-creatore.

In queste pagine scoprirete come utilizzare l’immenso potere che deriva dalle vostre credenze... (Continua)

Informazioni su Paolo Marrone

Da anni si occupa dello studio delle vere leggi dell’Universo, attraverso la riscoperta dei profondi legami esistenti tra le antiche dottrine orientali e le più recenti scoperte nel campo della fisica quantistica. Ha intrapreso da tempo un percorso di crescita personale attraverso la partecipazione a scuole dei migliori coach a livello mondiale, come la School of Enlightenment di Ramtha, la Mastery University di Anthony Robbins e il Quantum Leap di T. Harv Eker, solo per citare le più importanti, e ama condividere le sue scoperte e le sue riflessioni su questo blog. E’ anche co-autore di “La via della Creazione Consapevole” e autore de "Il monaco che non aveva un passato".
Questa voce è stata pubblicata in Esoterismo, Legge di Attrazione e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a La legge di attrazione funziona per tutti

  1. Antonella scrive:

    La Legge di Attrazione e’ espressa chiaramente nel Libro di Giobbe 3,25.
    Grazie e’ un bellissimo articolo.

  2. Mimmo scrive:

    Tutti scrivono che funziona, ma io ancora non ci sono riuscito

    • Paolo Marrone scrive:

      Carissimo Mimmo, la Legge di Attrazione, in quanto legge dell’Universo, sta agendo anche in questo momento, mentre leggi queste righe, e anche se non lo sai stai creando il tuo futuro in questo preciso momento. Il problema è che lo crei con la tua parte inconscia, quindi non crei in modo consapevole quello che consciamente tu credi di desiderare. Devi lavorare molto su te stesso, perchè la creazione consapevole della propria realtà avviene solo dopo aver fatto un percorso di crescita personale. Non esiste una formuletta magica.
      Facciamo una prova: sii onesto e fatti queste domande: sei positivo nei confronti della vita? Sei sempre allegro e gioioso indipendentemente da quello che succede intorno a te? Ringrazi per tutto ciò che ti accade? Apprezzi quello che la vita ti ha dato fino ad ora? Hai smesso di lamentarti contro il governo, la crisi, il vicino di casa, l’automobilista che ti taglia la strada, ecc.? Hai smesso di pensare agli altri come nemici con cui stare in competizione? Hai raggiunto la certezza che il mondo lo governi tu e che non può succederti nulla senza il tuo permesso? Hai ben chiaro cosa desideri dalla vita? Sapresti dare una risposta chiara precisa e dettagliata se qualcuno ti chiedesse quali sono i tuoi desideri? Li hai messi per iscritto? Mediti almeno mezz’ora al giorno visualizzando i tuoi obiettivi ‘sentendo’ senza alcun dubbio di averli già raggiunti? … potrei continuare per altre tre pagine.
      Se non hai risposto SI a TUTTE queste domande, allora non chiederti perchè la legge di attrazione non funziona per te. 🙂

  3. Francesco scrive:

    La legge di attrazione funziona. Oggi posso dire che non e’ stato un caso il modo e il come mi ci sono avvicinato … e’ successo. Le coincidenze , i fatti casuali non esistono , tutto e’ dentro di noi , siamo noi a creare la nostra realta’ , siamo tutti dei creatori consapevoli.Ho fatto varie letture Joe Vitale, Miguel Ruiz , Charles Haanel ,naturalmente ho letto The Secret e altri ancora tra cui alcuni testi sulla filosofia HO ‘OPONOPONO che ad oggi recito tutti i giorni …. MI DISPIACE , TI CHIEDO PERDONO , GRAZIE , TI AMO….
    Grazie anche a te Paolo seguo sempre i tuoi articoli li leggo sempre la mattina prima di cominciare la giornata e ci trovo sempre riflessioni utili e interessanti.
    Ciao Francesco

  4. Stefano scrive:

    in un altro articolo è stato messo in evidenza il libro “Il codice della guarigione” di Loyd e Johnson. L’ho acquistato e “divorato” in un paio di giorni (mancano solo poche pagine) e se devo esprimere il mio parere dico che i contenuti di questo libro mi hanno entusiasmato 100 volte di più di The Secret. Tra non molto metterò in pratica i codici di guarigione e sono già sicuro adesso che funzioneranno. Vi farò sapere.
    Ringrazio mille volte l’autore di questo sito per avermelo fatto scoprire.
    Grazie!

  5. salvatore collura scrive:

    sono molto confuso forse perchè alla mia età ho difficolta a capire quello che leggo, però sono testardo e voglio insistere per capirci di più. vi seguo anche se ho difficoltà con il computer. grazie voglio crederci fino in fondo. Salvatore

  6. Maurizio Forghieri scrive:

    Ho letto con attenzione l’articolo e vorrei porre una considerazione, scusandomi se sarà stringata, ma sto scrivendo con un telefono, non senza difficoltà: non sarebbe più corretto definire la “legge di attrazione” come “postulato” in attesa che venga finalmente trovata la riprova che detto postulato corrisponde al VERO, in modo incontrovertibile e finalmente inoppugnabile, guadagnandosi il termine di “legge”.
    Sino ad allora, non sarebbe più consono proporre gli effetti dell’attrazione come prove a sostegno del postulato, accettando gli eventuali accadimenti contrari allo stesso, per comprenderne il significato ed, eventualmente, definirli come eccezioni che confermano le regole, senza smentirle?
    Grazie

    • Paolo Marrone scrive:

      Carissimo Maurizio, sarebbe sicuramente interessante adottare un approccio scientifico, ma qui incappiamo in una serie di problemi di non facile soluzione. Stiamo infatti parlando di una legge dell’Universo che ha fortemente a che fare con la nostra percezione della realtà. In altre parole, creiamo esattamente quello in cui crediamo, quindi un ipotetico scienziato che provasse a raccogliere prove dell’esistenza della legge di attrazione influenzerebbe in modo drastico i risultati in base alle sue credenze personali. Chi crede infatti in un mondo esterno sul quale non abbiamo alcun tipo di influenza, sperimenta nella sua vita esattamente quel tipo di mondo, mentre chi ripone la massima fede nel funzionamento della legge di attrazione, sa benissimo che questa legge esiste eccome, perchè ne vede continuamente gli effetti sulla sua vita. L’esistenza della legge di attrazione può quindi essere provata solo a livello individuale, ma non da tutti, in quanto solo coloro che hanno fatto un percorso di crescita adeguato sono in grado di approcciare la cosa in modo corretto. Per il resto se ne può solo parlare, nei libri e nei blog come questo, lasciando poi ad ognuno l’onere di approfondire personalmente l’argomento e intraprendere, se vorrà, il lungo viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la cifra mancante: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.