Attenzione a cosa chiedi, perchè ti sarà dato

attenzione a cosa chiediDobbiamo stare molto attenti a quello che chiediamo, perchè l’Universo ci risponde sempre con la massima precisione.

Ho voluto scrivere questo articolo per sottolineare un’aspetto della legge di attrazione che forse non tutti hanno considerato nel suo pieno significato.
Molti infatti esprimono i loro desideri non facendo bene attenzione al contenuto di quello che stanno chiedendo. Dovete considerare che ogni nostro pensiero è un ordine che viene sempre eseguito ‘alla lettera’. Quando dico ‘alla lettera’ intendo dire che qualsiasi particolare deve essere espresso con la massima precisione, non lasciando nulla al caso.

Voglio raccontarvi un paio di episodi che mi sono capitati in passato, quando ancora questo concetto della precisione non mi era poi così chiaro.

Vivere in un residence

Qualche anno fa, avendo appena scoperto l’esistenza della legge di attrazione, preso dall’entusiasmo di poter chiedere all’Universo qualsiasi cosa, pensai subito che sarei potuto diventare ricco in breve tempo (originale, non trovate?).
Dato che però avevo sentito dire che non bisogna mai chiedere denaro (qualche anno dopo scoprii che questo è vero solo in parte, come spiego ampiamente nel mio libro “La via della Creazione Consapevole“), iniziai a chiedermi cosa facessero di solito le persone ricche, così da poter chiedere la stessa cosa, invece del vile denaro.

Mi venne così in mente che molte persone ricche vivono in albergo, così iniziai, ogni notte prima di addormentarmi, a chiudere gli occhi e a immaginarmi dentro una stanza d’albergo.
Visto che potevo chiedere qualsiasi cosa, pensai che forse sarebbe stato più utile chiedere all’Universo di vivere in un residence, così avrei avuto anche tutti i confort di un piccolo appartamento, come per esempio una piccola cucina, un salottino per ricevere gli amici, ecc.

Nelle mie visualizzazioni mi immaginavo rientrare la sera e venir salutato dall’addetto alla reception, prendere la chiave e salire al mio appartamento, trovandolo ogni volta perfettamente pulito e rassettato, sentendo in me la soddisfazione di poter vivere finalmente la vita dei miei sogni.

Ho fatto queste visualizzazioni per almeno 5-6 mesi, quasi tutte le sere, per poi quasi dimenticarmene (ho capito più tardi che il ‘dimenticarsene‘ è di fondamentale importanza).
Circa un anno e mezzo dopo, l’azienda per cui lavoro mi offre di andare a lavorare per un periodo di circa due anni a Parigi, per supervisionare un importante progetto.

Indovinate un pò dove ho vissuto per quei due anni?
Esatto, proprio in un residence, nel centro di Parigi, in un appartamento con un angolo cottura e un piccolo salotto. E proprio come nelle mie visualizzazioni, tutte le sere rientrando dal mio ufficio venivo accolto con il saluto dell’addetto alla reception, che ormai conoscendomi mi consegnava la chiave della stanza senza che io dovessi ricordargli il numero.

Tutto come avevo visualizzato, fin nei minimi particolari, con una precisione sconcertante. Il problema però è che non ero diventato ricco, perchè la stanza era pagata dalla mia azienda, e io continuavo a percepire il mio normale stipendio. Dove avevo sbagliato?

Avevo semplicemente ‘dimenticato‘ di sentirmi ricco in quelle visualizzazioni. Ecco qual era stato l’errore. L’Universo riproduce tutto alla lettera, comprese le nostre emozioni. Così l’Universo mi ha portato tutto quello che avevo chiesto, facendo anche in modo che nella realtà, in quel residence, io mi sentissi la stessa persona di sempre, così come avevo fatto durante le visualizzazioni.

Il mio attico di 140 mq

Se non siete ancora convinti, sentite quest’altro episodio.
Circa un anno fa, stanco di vivere nella mia casa di Fiumicino, decisi che era venuto il momento di cambiare e tornare a vivere a Roma, la mia amata città natale.
Nel frattempo, indipendentemente da questa mia esigenza, iniziai anche a redigere i 101 desideri con la tecnica descritta da Igor Sibaldi (per chi non conosce la tecnica, trovate il video in fondo a questo articolo). Dato che Sibaldi invita a esagerare nell’esprimere i propri desideri, scrissi come uno dei 101 desideri quello di volere un bellissimo attico da 140 mq nei pressi della zona di Roma in cui lavoro (per chi conosce Roma, vicino Villa Pamphili).

Dato che non potevo permettermi un attico di quella metratura in quella zona di Roma, non avevo minimamente collegato quel desiderio alla ricerca di casa che stavo effettuando, tant’è che non stavo cercando affatto un attico. Per l’Universo però quello era un desiderio espresso, quindi un ordine ben preciso da esaudire, sul quale tra l’altro stavo anche operando attraverso delle azioni ben precise, come il fatto che mi misi a scandagliare tutti gli annunci di appartamenti in quella zona (l’azione che segue un desiderio è di fondamentale importanza, non dimenticatelo).

A un certo punto, per brevità non vi spiego come (ma c’è della magia anche nel modo in cui la cosa è arrivata), mi venne offerto un attico con vista su Villa Pamphili, più o meno al prezzo che intendevo spendere.
Indovinate un pò? L’attico era composto da un appartamento di 40 mq più un enorme e bellissimo terrazzo da 100 mq.

Ebbene sì, l’Universo mi aveva portato un attico con una metratura totale di 140 mq, esattamente come avevo chiesto. In questo caso, nello scrivere il desiderio, non avevo indicato la metratura della parte coperta, e quindi l’Universo ha fatto quello che meglio credeva per me. E dato che vivo da solo, di un’appartamento di 140 mq non avrei saputo proprio cosa farmene.
Strabiliante, non trovate?

Fai sempre la richiesta giusta

Avrai capito, quindi, che è molto importante chiedere con precisione quello che desideri, cercando di immaginare tutti i particolari, senza trascurarne nessuno. Importantissima è l’emozione che provi mentre visualizzi il tuo desiderio.

La perfezione di Dio si riflette nella perfezione dell’intero Creato, pertanto non dimenticare mai di fare attenzione a cosa chiedi, perchè poi ti verrà dato con una precisione sconcertante.

Paolo Marrone

Godetevi ora il video di Sibaldi sulla tecnica dei 101 desideri:


Se vuoi ricevere i miei post nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter cliccando il pulsante che trovi in basso nella pagina. Grazie.


La Realtà Ultima

Guarda la lista dei libri consigliati

The Key - La Chiave Book Cover The Key - La Chiave
Joe Vitale
Legge di Attrazione
Il Punto d'Incontro Edizioni
2008-2012
12x17
281

"La Legge di Attrazione funziona davvero? Qual è il segreto? Qual è la chiave mancante per attrarre ciò che si desidera?".

The Key è la risposta a tutto questo e svela il segreto perduto per attirare salute, ricchezza, successo, felicità. Scritta da un guru dell'auto-aiuto, Maestro accreditato di The Secret, questa meravigliosa guida di vita svela una serie di metodi potenti ed efficaci per ottenere molto di più in tutti i campi della vita.

The Key è uno dei più importanti e rivoluzionari libri di crescita personale degli ultimi anni. Joe Vitale ci offre per la prima volta la chiave mancante ...(Continua)

Info su Paolo Marrone

Da anni si occupa dello studio delle vere leggi dell’Universo, attraverso la riscoperta dei profondi legami esistenti tra le antiche dottrine orientali e le più recenti scoperte nel campo della fisica quantistica. Ha intrapreso da tempo un percorso di crescita personale attraverso la partecipazione a scuole dei migliori coach a livello mondiale, come la School of Enlightenment di Ramtha, la Mastery University di Anthony Robbins e il Quantum Leap di T. Harv Eker, solo per citare le più importanti, e ama condividere le sue scoperte e le sue riflessioni su questo blog. E’ anche co-autore di “La via della Creazione Consapevole” e autore de "Il monaco che non aveva un passato".
Questa voce è stata pubblicata in Legge di Attrazione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

26 risposte a Attenzione a cosa chiedi, perchè ti sarà dato

  1. claudia amadesi scrive:

    e’ veramente bellissimo il consiglio di guardare il video sibaldi e di leggere il libro di paolo marrone

  2. tiziana scrive:

    il libro l’ho letto e ringrazio gli autori,questo video per me è stato illuminante.Grazie

  3. Vania scrive:

    Salve, vorrei sapere se possibile come mai nell’articolo viene sottolineato il fatto che (cito) “il ‘dimenticarsene‘ è di fondamentale importanza”? Grazie

    • Paolo Marrone scrive:

      Il dimenticarsene (inteso qui come evitare di pensarci continuamente) è di fondamentale importanza perchè bisogna evitare l’attaccamento al desiderio espresso. Così come il contadino semina e poi attende fiducioso il raccolto, senza andare a sollevare la zolla di terra per vedere se il seme sta germogliando, così noi dobbiamo nutrire la massima fiducia che il nostro desiderio verrà realizzato.

  4. Manuela scrive:

    Salve
    avrei un paio di domande:
    ho visto da tempo il video di Sibaldi e ho iniziato a scrivere i desideri sulla brutta copia ma sinceramente più di una trentina non riesco a farmene venire … quindi ho sempre omesso di trasferirli nella bella copia … Lei come ha messo in atto questa tecnica? Devo assolutamente aspettare di averne 101 perchè la cosa inizi a funzionare?

    Ha scritto che ha visualizzato il primo desiderio (il residence) per circa 5/6 mesi per poi dimenticarsene .. per la Sua esperienza è più importante il tot di tempo in cui si visualizza o l’universo inizia ad agire DAL momento in cui si inizia a “dimenticare” ?

    Dato inoltre che a volte si visualizzano desideri non razionalmente (magari razionalmente voglio e mi immagino in una villa in mezzo alla campagna ma poi magari prima di addormentarmi la mia mente vola “senza intenzione” verso, che so, una cabanha in riva al mare in Messico) , c’è il rischio che i secondi influenzino o “intoppino” i primi?

    Sinceramente non so proprio cosa NON funzioni in me … sono sempre stata una persona positiva con pensieri propositivi ma probabilmente succede qualcosa per cui tutto va esattamente al contrario di quello che vorrei … e non riesco a sbloccare questo processo …
    Grazie

    • Paolo Marrone scrive:

      Manuela, per quanto riguarda i 101 desideri puoi già iniziare a leggerli ogni mattina, anche se sono solo 30 o 40. Trovare tutti e 150 i desideri è un lavoro molto lungo, che può durare anche un intero anno o più. Considera che il vero lavoro è trovare i desideri, perchè attraverso di essi metti in luce parti di te che non pensavi esistessero.
      Non c’è una durata ottimale per le visualizzazioni. La manifestazione può accadere in qualsiasi momento. Dipende da quanto credi nei tuoi sogni, non dalla loro durata. L’universo realizza il tuo sogno immediatamente, appena lo visualizzi. Quello che devi fare è solo ‘sintonizzarti’ con esso in modo che l’universo possa condurti alla sua manifestazione. Il dimenticare è solo inteso come necessità di non essere attaccati morbosamente al desiderio, altrimenti ne blocchiamo il processo di manifestazione.
      Riguardo all’ultima domanda, devi sempre considerare che più sei focalizzata sul tuo desiderio, sentendone le emozioni, i colori, gli odori, ecc. più acceleri la sua manifestazione.
      E’ sempre e solo un problema di focalizzazione e di fede. Nient’altro. Il tempo non ha alcun ruolo nel processo.
      Un caro saluto
      Paolo

  5. Luca scrive:

    Salve Paolo,
    Volevo sapere perche con la tecnica dei 101 non si possono esprimere desideri seriali? Ovvero se io voglio SIA un appartamento a stoccolma SIA uno ai caraibi, perche non posso? grazie

    • Paolo Marrone scrive:

      Luca, è solo un modo per costringerti a scavare in profondità e scoprire lati di te stesso che non credevi esistenti. La tecnica dei 101 desideri va molto oltre una semplice tecnica per chiedere all’Universo cosa si vuole. E’ una tecnica che principalmente serve a comprendere cosa si vuole davvero, e per farlo è necessario andare oltre ogni possibile limite che la nostra mente razionale ci impone. Ecco perchè devi trovare 150 desideri uno diverso dall’altro 😉

  6. Luigi scrive:

    Salve,

    vorrei sapere se sono validi desideri del tipo:
    Io voglio essere onnisciente
    Io voglio essere in grado di teletrasportarmi

    • Paolo Marrone scrive:

      Luigi, puoi chiedere ciò che vuoi, ma più un desiderio è lontano da quello che riteniamo possibile (a livello inconscio intendo) più è difficile che si manifesti. Negli esempi che fai si tratta di cose che sono ben oltre quello che normalmente crediamo possibile, pertanto fai pure se vuoi, ma i tuoi blocchi inconsci li renderanno di fatto impossibili da realizzare.

  7. Nicola scrive:

    Buongiorno, Paolo, il desiderio funziona anche se vi è coinvolta un’altra persona, la quale, a sua volta, ha desideri che non coinvolgono me? Ad esempio, una relazione amorosa, con una persona che, attualmente, è sentimentalmente impegnata?
    Grazie

    • Paolo Marrone scrive:

      Non inserire nell’equazione una persona specifica. Devi solo provare le stesse emozioni che vuoi sperimentare con la persona del tuo cuore, senza darle un volto. Quello che vuoi è essere felice accanto ad una persona, ed è quello che l’Universo ti porterà. Se pensi ad una persona specifica, pensi anche immancabilmente alla situazione ad essa collegata, e quindi gli eventuali impedimenti attuali creeranno la resistenza che terrà lontano il tuo desiderio.

  8. Silvia scrive:

    Ciao , volevo chiederti una specificazione riguardo i soldi. Capisco che non bisogna chiederli ed anche il motivo, ma qundo mi arriva un’auto nuova che ho desiderato ,come la mantengo? Grazie!

    • Paolo Marrone scrive:

      Beh, se pensi di non poterla mantenere, non chiedere una macchina costosa 🙂
      Scherzo, naturalmente (ma fino a un certo punto). Tutto sta in quello che tu credi o non credi possibile. Se fai entrare l’abbondanza nella tua vita che ti permette di avere macchine costose, avrai anche tutto ciò che serve per mantenerle. E’ chiaro che se insinui nella tua mente il dubbio, allora l’Universo obbedirà a questo tuo ‘comando’ (ogni dubbio o credenza è un comando per l’Universo) e ti sottrarrà prima o poi quei beni.
      La cosa più saggia da fare quindi è semplicemente chiedere quello che si vuole, senza farsi alcuna domanda su come mantenerla. L’Universo penserà a tutto, a patto che tu glielo permetta 😉

  9. Bruna scrive:

    Interessantissimo….
    Stupendo!
    Grazie

  10. alessandra scrive:

    ciao, una domanda perchè alcuni dei miei desideri si sono avverati parzialmente avendo scritto con cura il mio desiderio,mi spiego ad esempio “io voglio una smart bianca nuova ultimo modello” e ho avuto una smart usata di un altro colore? e quasi tutti cosi sempre un po meno ma io li ho descritti bene.. grazie

    • Paolo Marrone scrive:

      Alessandra, tutte le volte che un desiderio non rispecchia la nostra aspettativa è perché la nostra vibrazione (o emanazione fondamentale) non è allineata con la nostra mente razionale. Crediamo di aver chiesto qualcosa, ma di fatto le nostre più intime credenze fanno arrivare all’Universo un ordine del tutto diverso, a volte addirittura opposto. Nel tuo caso, probabilmente, c’è qualche credenza limitante a livello inconscio che non ti fa credere di poter ottenere appieno quello che desideri, così ti arriva ogni volta qualcosa ‘in meno’ rispetto a ciò che chiedi.

  11. Veronica scrive:

    Grazie.

  12. marzia scrive:

    Buongiorno Paolo, se nei miei desideri includo il ritorno del mio fidanzato (ora in pausa di riflessione) e me lo immagino nei minimi particolari, con messaggio che mi arriva dove dice che gli manco, l’incontro e la successiva convivenza immaginandomi anche la casa nei particolari, sbaglio? Nel senso, abbiamo avuto solo un litigio quindi è sbagliato chiedere che si risolva in questo modo? Come faccio ad immaginare la situazione senza immaginare il suo volto?

    • Paolo Marrone scrive:

      Pensa a ciò che vuoi ottenere in termini di sensazioni, non di persone. Non legarti al passato in nessun modo, mai. Lascia che la vita fluisca in direzione di come vuoi sentirti. Questo è il tuo compito, il resto lascialo all’Universo.

  13. Federica scrive:

    Bisogna avere molta fiducia per sperare che un desiderio possa realizzarsi… prima o poi?.
    Ma i desideri semplici si avverano subito?

    • Paolo Marrone scrive:

      La fede è l’ingrediente principale, Federica, e forse il più difficile da attivare. Per i tempi, sono direttamente proporzionali a quanto crediamo sia difficile ottenere il desiderio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la cifra mancante: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.